Aston Martin - corsa a Le Mans

'La 24 Ore di Le Mans è il più grande evento di sport motoristici al mondo e molti dei 250.000 fan stanno dando il massimo all'Aston Martin'




parole Anthony Crawford, fotografia Nick Dimbleby e Rachel Palmer





Questa è una gara di 24 ore, il che significa che io e tutti gli altri specialisti del jock e della pit lane meritiamo una crumpet, abbiamo tirato fuori una notte per coprire il coinvolgimento di Aston Martin nel 24 Heures Du Mans di quest'anno.





Per me e altri otto giornalisti provenienti da varie parti del globo, è iniziato diverse ore prima dell'inizio delle 15:00 di Le Mans, quando mi sono seduto soffocando (sì, può fare molto caldo in Francia senza protezione solare) al volante di una DBS Volante con la grande V12 accesa a caldo e pronto ad entrare in pista in un attimo, una volta diretto dal gruppo di ufficiali di gara francesi.






Stavo guidando una delle sei Aston Martins che stavano guidando una flotta di Chevrolet Corvettes sul giro del circuito di 13,65 chilometri di fronte a un'enorme folla di spettatori entusiasti ma ben educati.




L'auto del ritmo era un'Audi R8 completa di luci blu lampeggianti in stile Gendarmerie, il che significava che stavamo per entrare nel Santo Graal del mondo delle corse automobilistiche, che è stato in azione dal 1923. Sì, mi sono sentito privilegiato e sopraffatto.




Ma sono stato preparato per questo momento dopo che sono finito in qualche modo sul sedile del box a chiacchierare con il motorista God Sir Stirling Moss al leggendario Hotel de France, dove era più che felice di passare alcuni consigli di scelta su come meglio per guidare il circuito di Le Mans, senza venire un cropper.




Francese, tedesco, italiano, danese, non importa davvero da dove provengano i fan delle corse o che età e sesso siano, ognuno di loro si era innamorato della splendida DBS Volante & # x2013; tetto giù, ovviamente.




È una sensazione incredibile, spostarsi tra gli ingranaggi e colpire gli apici nel mondo più convertibile del mondo, sulla pista più famosa del mondo, surreale è una parola.




Entro pochi giorni pubblicherò un primo sterzo a tutta lunghezza della macchina quando il mio orologio del corpo tornerà alla normalità, ma bisogna dire che anche facendo esplodere l'autostrada a una distanza sufficiente a 270 km / h con il tetto abbassato , puoi tenere una conversazione e arrivare ancora a destinazione, con i tuoi capelli in una forma rispettabile.

Inoltre, il modo in cui il DBS Volante si siede attraverso alcune delle punte elicoidali è allo stesso modo in bilico con l'interasse più corto Vantage. Sotto molti aspetti, l'auto è più un'auto sportiva specializzata che una lussureggiante Grand Tourer.




Con una velocità massima di 307 km / h, al Volante non piace rimanere in giro, il che significa che il nostro giro d'onore è finito troppo rapidamente.




Non importava, dato che presto vedevamo in pista un sacco di Aston Martins, pronti a combattere con i seri concorrenti di Peugeot e Audi.




In fila sulla griglia per Aston Martin c'erano non meno di tre auto Lola LMP1 appositamente livellate nei colori blu e arancio Gulf Oil storici, mentre c'erano diverse altre voci di team privati ​​che coprivano le classi GT1, GT2 e LMP1 (Le Mans Prototype).




È difficile per chiunque non avere un debole per l'Aston Martin dato le loro numerose battaglie per la sopravvivenza nel corso degli anni, e tuttavia hanno costantemente creato alcune delle auto più belle del mondo.




L'Aston Martin era arrivato qui con, in senso figurato, solo pochi dollari e camion carichi di passione. Si diceva che il budget di Le Mans quest'anno fosse un decimo di quello delle tre auto che li precedevano.




Vieni qui per vedere una gara, ma ottieni molto di più. Non puoi credere a quanto sia occupato questo posto, è un'ora di punta di 24 ore e dovrai essere in allerta per evitare il contatto con i piloti di auto e scooter impazienti desiderosi di ottenere il binario.




E poi c'è l'atmosfera sovralimentata del luogo, un sacco di alcol, ma una folla piacevolmente ben educata.




E devi premere il & # x201C; village & # x201D; almeno una volta durante il fine settimana. È un mix eclettico di centinaia di negozi che vendono alcuni articoli di marca fantastici da ogni marchio concorrente (i punti vendita più famosi quest'anno sembrano essere Gulf, Peugeot e Aston Martin).

C'è anche molto cibo, ma nessuno da confrontare con il & # x2018; deve avere & # x2019; Crepes con Grand Marnier, un rituale di mezzanotte per molti e abbastanza champagne francese per riempire il Lago di Ginevra, due volte.

Con quasi 14 chilometri di tracciato, Le Mans ha un sacco di punti panoramici superbi da cui vedere o scattare foto della gara, e tutti offrono una prospettiva molto diversa dalle corse ad alta velocità lungo il rettilineo Mulsanne ad alcune delle sezioni più strette.




Non puoi credere al ritmo che le principali LMP1 possono percorrere attraverso le cosiddette sezioni più lente; tu & # x2019; penserai che i tuoi occhi ti stiano giocando brutti scherzi alle 2:00 del mattino.




Della griglia le auto accelerano a 280 km / h verso una curva a destra, che prendono in sesta posizione con un solo tocco, o meno, del pedale del freno. A questo punto le auto fanno 260 km / h prima di frenare nella chicane Dunlop e sotto il ponte familiare.

Che ci crediate o no, la svolta a sinistra successiva viene presa prima a 70 km / h, quindi sulla Tertre Rouge a 200 km / h prima di colpire il rettilineo Mulsanne e accelerare a 330 km / h. Ricorda, questa parte è per lo più una strada pubblica.




Quindi frenano per la chicane Mulsanne e poi risalgono a 320 km / h prima di saltare sui freni per la curva di Mulsanne, indietro fino a 325 km / he così via.




Come appassionato, non ti stanchi mai di guardare le auto LMP1 fare curve a queste velocità, senza nemmeno un millimetro di spostamento laterale. È assolutamente sorprendente e qualunque cosa questi ragazzi vengano pagati, non è abbastanza.

Potrebbe anche avere qualcosa a che fare con le enormi gomme da trascinamento delle auto su tutte e quattro le ruote, sono enormi.




Queste auto sono macchine sportive appositamente costruite con enorme carico aerodinamico e aerodinamica ultra high-tech al lavoro, in grado di mantenere una stabilità straordinaria a velocità superiori a 330 km / h, giro dopo giro.

Devi sapere cosa stai facendo al volante di un'auto come la Lola-Aston Martin LMP1, poiché le specifiche sono davvero impressionanti.




È una metà motore, trazione posteriore installata con una monoscocca completamente in fibra di carbonio e produce più di 490 kW e 700 Nm da quello che è essenzialmente il motore V12 nell'auto da strada standard DB9, almeno il blocco e le testate.

Ciò è tanto più impressionante, quando ti dico che l'auto pesa abbastanza vicino a 900 chilogrammi a causa di componenti per il risparmio di peso come i dischi di carbonio ventilati a tutto tondo.




Anche le pastiglie dei freni sono in carbonio e sono in grado di funzionare a temperature superiori a 300 gradi centigradi.




I piloti dell'Aston Martin di Le Mans cambiano marcia tramite un cambio sequenziale a sei velocità montato trasversalmente dietro il motore con una frizione in carbonio a tripla piastra.

A differenza delle auto diesel Audi R15 e R10, entrambe le auto Peugeot 908 e Aston Martin utilizzano un design a pozzetto chiuso, che richiede aria condizionata a 32 gradi centigradi o inferiori controllati, che è ancora terribilmente caldo per i conducenti che indossano una gara ignifuga tuta, guanti e casco.




Mentre si sapeva che i piloti della Aston erano molto sotto pressione con budget limitati, questo non sembrava influenzare il loro desiderio di vincere qui a Le Mans. Il successo è tanto più dolce, quando lo hai fatto più duro del prossimo.

È la stessa storia dell'equipaggio dei box. Non ho mai visto un gruppo di ragazzi lavorare così duramente per così tanto tempo e sotto una pressione altrettanto intensa, un errore con l'aerografo o il carburante può costare un posto alla squadra.




Sono i turni dalle 23:00 alle 7:00 che sono facilmente i più impegnativi sia per i piloti che per gli equipaggi dei box. Il corpo dice che il sonno, ma le velocità colossali richieste per terminare nella metà superiore, devono essere mantenute per tutta la notte e questo richiede una super concentrazione umana da parte di tutto il team.




dimensioni del vassoio di Holden Colorado

Mentre la maggior parte dell'attenzione in gara è stata rivolta alle tre macchine da lavoro LMP1, anche i tre team privati ​​che guidavano le macchine Aston Martin in GT1, GT2 e LMP1 sono stati duri e ogni tanto incoraggiati da molti giocatori.




Al di fuori della Gran Bretagna, la maggior parte delle persone probabilmente non ha mai sentito parlare di Lord Drayson, ma posso assicurarti che è un Lord inglese in buona fede con un'ossessione per Aston Martin e uno stesso discreto guidatore.




C'era anche un altro nome del pilota che ho riconosciuto, Nicolas Prost (figlio della leggenda della Formula 1 Alain Prost) era al volante dell'entrata privata Lola-Aston Martin del Speedy Racing Team Sebah.

Tuttavia, è stata l'auto 007 guidata da Jan Charouz, Tomas Enge e Stefan Mucke che hanno completato la loro missione con il massimo dei voti, finendo davanti a due dei migliori R15 di Audi, due Audi R10 di # due e due Auto Peugeot 908.




Questo è uno sforzo erculeo di un'azienda che è stata sull'orlo del collasso troppe volte da ricordare, ma sempre salvata all'ultimo minuto dalla passione immortale per il marchio Aston Martin da parte di alcuni appassionati benestanti.




Mentre sembra strano, che un ingegnere tedesco, precedentemente con Porsche, gestisca una delle società inglesi più inglesi di tutte le aziende, lascia che ti assicuri che se vuoi passione, sapere come ed esperienza, il dottor Ulrich Bez ha un sacco di roba da camion .




Inoltre, vive e respira l'Aston Martin 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e insieme alla sua squadra (e alla sua famiglia) ferocemente fedele, questo caro marchio è fortunato ad averlo.




Aspettatevi che l'Aston Martin salga sul podio l'anno prossimo a Le Mans, indipendentemente da quanto gli altri produttori si preoccupano di lanciare a questo evento.






Lettura Successiva

Volkswagen Australia conferma che nessun modello locale supera le emissioni di CO2 dichiarate